Mondo del calcio in lutto, si spegne noto esponente del Milan

Mondo del calcio in lutto, si spegne noto esponente del Milan. Un allenatore in grado di riportare la squadra in auge.

Lutto nel mondo del calcio
Pallone (Foto da Pixabay – glispioni.it)

Una notizia del tutto inaspettata quella che è arrivata all’alba del 18 febbraio: il mondo del calcio piange un eccellente giocatore è un allenatore in grado di riportare tante squadre alla ribalta. L’annuncio direttamente dal figlio sui social e in memoria del padre venuto a mancare presso l’ospedale di Perugia.

Come accennavamo in precedenza, a diramare l’annuncio è stato proprio il figlio attraverso i social network. Un messaggio commovente in cui sottolineava tutto il supporto e l’aiuto del personale sanitario dell’ospedale di Perugia che negli ultimi mesi si è preso cura del padre.

Stiamo parlando di Ilario Castagner venuto a mancare sabato 18 febbraio dopo molte settimane di ricovero. Ripercorriamo adesso la sua straordinaria carriera nel calcio, dove a vantato successi straordinari sia come giocatore sia come. Ecco la sua storia.

Calcio in lutto, ultimo saluto a Ilario Castagner

Lutto nel mondo del calcio
Ilario Castagner (Foto da Facebook – glispioni.it)

Ilario Castagner è stato una famosissima giocatore, allenatore e dirigente sportivo. Il suo nome è legato in maniera indissolubile alla squadra del Perugia, dove ha svolto inizialmente il ruolo di attaccante per poi passare alla guida di biancorossi.

Ha debuttato come professionista nella squadra della Reggiana nel 1959, per poi vestire i panni del Perugia dove ha collezionato 17 reti nella stagione 1963. Parallelamente comincia il suo percorso per diventare allenatore e inizia nel settore giovanile dell’Atalanta.

Successivamente lo ricordiamo in grandi squadre come la Lazio e il Milan, dove ha lanciato tantissimi giovani nel mondo calcistico. Durante la sua permanenza al Milan riporto la squadra nel suo massimo splendore facendo la salire nuovamente in seria A durante la stagione del 1982.

LEGGI ANCHE –> Superenalotto, vinto il Jackpot da 371 milioni. Come funziona la bacheca dei sistemi

LEGGI ANCHE –> Un tabù da spezzare: le sofferte parole di Guenda Goria dopo il triste evento

In tanti lo ricordano come un uomo devoto al suo lavoro e alla sua famiglia. Lascia la moglie Liliana, i figli Francesco Federico e Laura che lo hanno seguito e accompagnato durante tutto il suo percorso e la sua carriera nel mondo del calcio.