Denise Pipitone è ancora viva: avvistata in quei posti lì. Piera Maggio lancia l’appello

Nuova svolta nel caso, Denise Pipitone: ci sono nuove prove sull’avvistamento della bambina smarrita. L’appello disperato di Piera Maggio.

Denise Pipitone viva avvistata lì appello piera maggio
Il volume su Denise Pipitone, firmato Piera Maggio (Instagram)

Il caso in ‘giallo’ sul ritrovamento di Denise Pipitone continua a regalare colpi di scena inattesi prima d’ora.

Dopo i virgolettati incandescenti che volevano, Piera Maggio, la madre della bambina, complice del rapimento, oggi le attenzioni si spostano nuovamente sulla sponda della piccola di Mazara del Vallo.

Da quel 1 Settembre 2004, nulla è stato più come prima per i genitori di Denise, alla disperata ricerca della figlia, scomparsa. Sul caso hanno avuto voce in capitolo tra ipotesi, incomprensioni e visioni differenti, pm e avvocati civilisti.

Non essendo arrivata alla verità e dunque al concreto ritrovamento della figlia, i genitori di Denise si sono appellati a determinate trasmissioni come Chi l’ha Visto per cercare aiuti più sostanziosi e approfondire le ricerche in giro per l’Italia e l’Europa.

Tuttavia, anche in questo contesto ci sono stati persino episodi di bambine e ragazze smarrite (oggi Denise avrebbe 21 anni) che nel tentativo di trovare affetti familiari si erano ‘spacciati’ con il nome della ragazzina

Denise Pipitone, la verità sulla concreta sopravvivenza: tutti gli eventi che la testimoniano

Denise Pipitone viva avvistata lì appello piera maggio
Piera Maggio presenta in tv il nuovo libro su Denise Pipitone (Instagram)

Nel computo del ritrovamento di Denise Pipitone, le ricerche degli ‘aiutanti’ dei genitori, in preda alla sofferenza per la perdita della loro figlia hanno affondato le radici in diversi angoli del piante.

La più recente è la questione di Milano (2018) e dell’agente di guardia bancario che aveva filmato il momento in cui scorgeva “Danas“, in rumeno Denise, trascinata via dalle attenzioni da una presunta madre rom, la quale da lì a poco sparì nel nulla, insieme alla bambina lasciando perdere le tracce tra la folla.

L’agente non ebbe il tempo o meglio il coraggio di andare fino in fondo e bloccare la bambina che disperatamente chiedeva all’adulta dove la stesse portando.

Danas, come descrisse l’uomo in divisa aveva quasi tutti i tratti e le caratteristiche che quel volto potesse corrispondere alla vera Denise Pipitone.

Altro caso, ancor più recente del primo è quello che corrisponde al volto russo di Olesya Rostova, sponsorizzata e attenzionata da una telespettatrice a Chi l’ha Visto? La medesima ragazza russa, si scoprì non aver alcun connotato corrispondente a quello della piccola, Denise a seguito di analisi del dna.

LEGGI ANCHE–>Amici, uno degli allievi sta male: già avvertita Maria De Filippi

Leggi anche –> Mercoledì Addams, chi è la protagonista Jenna Ortega: numeri da star del cinema

Si tratta insomma dell’ennesima delusione per la famiglia Pipitone, con Piera Maggio che nonostante tutto mai si stancherà di lanciare accorati appelli insieme al marito, Pietro Pulizzi, nella speranza di poter riabbracciare la loro piccola, Denise, quella vera.