Castagne: vietato buttare le bucce. Usale in tre modi, l’efficacia ti sorprenderà

Le bucce di castagne sono utilissime e non vanno gettate. Raccoglile insieme e trasformale in alcuni rimedi eccellenti.

Castagne bucce
Castagne (foto da Pixaby)

Odore di castagne al fuoco…” così canta un famoso gruppo citando il fantastico frutto regina dell’autunno. Sono gustose, inconfondibili e sono chiuse in un riccio. I bambini sono letteralmente pazzi di questa leccornia ricca di vitamine e potassio. Le caldarroste possono anche sostituire un pranzo.

La castagna è versatile e in cucina può trovare svariati usi, sapevate che anche le bucce possono essere d’aiuto? Quindi non solo l’interno friabile o cremoso secondo la cottura che più ci conviene, ma anche l’esterno ha la sua utilità e rimarrete sorpresi.

La prossima volta tenetelo presente e non gettate gli scarti, anzi conservateli in un recipiente ermetico e aspettate per scoprire in quanti modi è possibile riciclare le bucce del frutto che ci accompagna per tutto il periodo autunnale.

Le bucce di castagne possono essere un valido alternativo per alcune incombenze, non buttarle mai dopo aver consumato il frutto

Castagne buccia
Castagne (foto da Pixaby)

Ci sono tre possibilità di usufruire delle bucce di castagne, uno fra tutti è quello di usarlo come concime per le piante. Sostituisce alla perfezione i prodotti chimici proprio per il loro contenuto di sali minerali perfetti per nutrire le radici. Spargetele sul terriccio e innaffiate.

Il secondo stratagemma è quello di creare un decotto per dare splendidi riflessi ai nostri capelli. Si prendono le bucce, circa un mezzo kilo e si mettono in una pentola piena di acqua, dopo una bollitura di circa 20 minuti si lascia raffreddare e si filtra. L’elisir è pronto per essere versato sulla chioma dopo lo shampoo.

In ultimo possiamo ricavare una buona tisana allo stesso modo. Dopo aver separato il liquido dagli scarti si può dolcificare con miele o zucchero a seconda del nostro desiderio. Il profumo ricorda boschi e conifere e il relax è assicurato. Il gusto è retrò un po’ pizzicato ma ottimo anche per la digestione.

LEGGI ANCHE –> “Era il mio toy boy”, Principe Harry nei guai: fango sul matrimonio

LEGGI ANCHE–>“Non respiravo…e quel sangue infetto”, GF Vip 7 il racconto straziante dell’ex gieffina

Tre metodi anche all’insegna del risparmio e nel pieno rispetto della natura. Approfittane quando deciderai di impiegare le castagne tra i fornelli di casa. Non gettare mai gli scarti e se non li utilizzi da subito conservali.

Impostazioni privacy