Nuova truffa in Italia: attenzione, così vi prosciugano il conto

Nuova truffa minaccia la sicurezza dei conti correnti: l’inganno parte da un semplice escamotage che ti farà ritrovare completamente al verde.

messaggi pericolosi

WhatsApp sms(Instagram-glispioni.it)Con l’avvento della tecnologia sembra proprio che, mettere tutto online, sia di una sicurezza vitale. Ci sarebbe la privacy incondizionata che non dovrebbe far trapelare credenziali e documenti di cittadini.

Invece, la polizia postale, sta diramando un avviso che mette in guardia i titolari di carte e conti correnti. Non bisogna mai cadere nell’inganno perché, i lestofanti, sono preparatissimi e riescono comunque a raggirare le persone.

Cerchiamo di capire nel dettaglio qual è l‘ennesima truffa e come dobbiamo cercare di ovviare mettendoci al riparo da qualche truffa. L’ultima è di una banalità unica eppure in tanti ci stanno cascando.

Truffa in agguato: i malfattori ricettano il conto tramite un semplice messaggio WhatsApp

truffa online
Messaggi WhatsApp pericolosi(Canva-glispioni.it)

Truffe telefoniche, o al computer, ormai stanno diventando all’ordine del giorno. Dietro a questa macchinazione, ci sono delle persone esperte, anche ingegneri, che riescono a trovare il lato debole dei possessori delle carte e comunque polverizzare tutti i loro risparmi.

La truffa che sta andando per la maggiore è quella descritto dagli inquirenti, dopo molte denunce che avevano un comune denominatore: un semplice messaggio. Si parte con un sms di testo su WhatsApp, la qui provenienza sembra essere dalle Poste italiane.

Apparentemente appaiono come parole di circostanza, ma è proprio qui che inizia l’inganno subdolo che vi farà rimanere in rosso. Ignari del tutto, il contribuente può dare i suoi dati personali ed è a questo punto che, i truffatori, passano alla fase successiva contattando telefonicamente la persona presa di mira.

Chi sta al telefono, metterà alle strette il cliente creando una situazione di pressione psicologica. I truffatori mettono fretta per tentare di ottenere la OTP, il lasciapassare per accedere al conto e quindi prelevare quanto è disponibile.

Molti utenti ci sono cascati e le segnalazioni purtroppo arrivano tardi, in media quando ci si accorge di essere rimasti in bolletta. In tanti hanno cercato di chiedere un rimborso ma la risposta è che, i dati forniti ai malviventi, sono stati dati di persona e quindi, per l’assicurazione non è un reato. Incredibile.

Mille raccomandazioni quando capita, si spera mai, di intralciare questi sconosciuti bravissimi, purtroppo, professionisti delle truffe, che riescono a usufruire di un piano diabolico per estirpare numeri e codici.

La prima cosa da fare, quando ci si trova di fronte a questi messaggi e telefonate sospette, è quello di ignorare completamente e di attaccare il telefono. Sarà vostra premura recarvi all’ufficio postale o chiamare i numeri degli uffici per accertarvi se, in realtà, i vostri depositi o la vostra situazione monetaria dei conti correnti, abbiano dei problemi.

imbroglio per svuotare il cc
Trappola truffaldina(Instagram-glispioni.it)

Mai e poi mai, dare le proprie credenziali, il PIN della vostra carta, il codice del conto. Non bisogna condividere queste informazioni; sono strettamente riservate, non lo si dovrebbe dire a nessuno, altrimenti il proprio patrimonio finanziario è in pericolo. Bisogna rimanere informati sulle truffe correnti e non cascare nell’imbroglio.