Storie italiane: Eleonora Daniele sconvolta per la violenza contro il minore

Un fatto che scuote Storie Italiane. Eleonora Daniele affranta dai comportamenti “criminali” nei confronti di un minore. Bullismo passato inosservato in comunità.

Storie Italiane la conduttrice
Storie Italiane(screen diretta – glispioni.it)

Una piaga della società che non smette di far parlare. Il bullismo ha sempre voce e oggi a Storie Italiane si affronta l’argomento inerente ad un fatto successo tempo fa. Un minore è stato bullizzato senza che nessuno intervenisse.

La bravissima Eleonora Daniele appare molto scossa dalla vicenda. In studio ci sono illustri ospiti per dare il loro parere. La conduttrice evoca il ricordo del compianto fratello che aveva una disabilità e conosce bene l’iter delle comunità.

Vuole tentare di aprire una strada alle famiglie che hanno un membro che presenta delle défaillance. Nel salotto intervengono psichiatri che denunciano una scarsa erogazione ausiliare per quanto concerne luoghi adeguati.

Storie Italiane scossa dalla vicenda del minorenne preso di mira nella comunità. Bullismo e derisioni senza che nessuno interviene

Bullismo verso minore
Bullismo(foto da Pixaby – glispioni.it)

Infatti gli psicologi dichiarano che dopo la pandemia tutto è peggiorato e non esistono strutture che riescono a contenere il disagio. Riccardo, nome immaginario del ragazzo bullettato, presentava già comportamenti violenti.

L’unica soluzione per la famiglia è stato quello di affidarsi ai servizi sociali che lo hanno relegato in una comunità qualsiasi. La speranza di un aiuto adeguato e una cura specifica per il suo deficit psichico. Il ragazzo invece telefonava continuamente i genitori denunciando continue aggressioni.

E’ stato fatto un esposto alle forze dell’ordine e il sindaco di Bedonia, luogo dove era stato portato l’adolescente, è stato posto sotto sequestro per via di tante incongruenze. L’edificio e il personale non corrispondeva alle qualifiche.

La madre del 16enne ha fatto una ricerca profonda e finalmente è riuscita a trovare un sito dove il figlio potrà essere seguito secondo la sua disabilità. Un luogo adatto e professionale specializzato nella cura del suo disturbo.

Eleonora Daniele appoggia l’iniziativa della signora e invita a chi ha un componente familiare con disabilità a rivolgersi alle strutture idonee per ottenere delle migliorie sul problema familiare.

LEGGI ANCHE–>Piera Maggio, accuse sul caso Denise Pipitone: “Si drogava…”. La replica della madre

LEGGI ANCHE–>“Inaccettabile”: GF Vip, dichiarazione scottante. Tutto sotto accusa nel reality

In causa anche lo Stato che non deve fare spallucce ma operare affinché i soggetti, con patologie psichiche, vengano trattati come si deve grazie a comunità allestite con impiego degli giusti incentivi.