Frana Ischia, estratto vivo sotto le macerie: la storia che ha commosso l’Italia

La frana di Ischia rappresenta una vera tragedia per il nostro paese. Tra le tante storie emerge quella di Yuki, che ha lottato per due giorni e ha commosso davvero tutti gli italiani. 

Yuki il cane salvato ad Ischia
Protezione Civile (da Facebook)

Una tragedia enorme, che ha causato morte e danni economici ingenti. La frana che ha colpito l’isola di Ischia nei giorni scorsi è stata davvero devastante. Mietendo vittime e generando uno scenario apocalittico sulla splendida località partenopea famosa in tutto il mondo. Il bilancio ad oggi appare davvero pesante, soprattutto per il numero delle morti.

Con le vittime che sono arrivate a 8, mentre continuano le ricerche sotto le macerie di altre 4 persone attualmente disperse. La corsa contro il tempo e la disperazione di familiari ed amici sta rendendo la situazione da incubo. La macchina dei soccorsi si è attivata sin da subito, da quelle ore terribili che hanno praticamente distrutto parte dell’isola.

I danni maggiori del fortissimo temporale che si è abbattuto su Napoli e parte della Campania nei giorni scorsi hanno fatto staccare un pezzo della montagna, rendendo pozzanghera la zona di Casamicciola. Un evento devastante e violento, probabilmente figlio di abusivismo edilizio e cambio inesorabile delle stagioni.

Frana Ischia: l’amore di Yuki ha commosso tutti gli italiani. Una tragedia assurda

Yuki il cane salvato ad Ischia
Protezione Civile (da Facebook)

Tra le tante storie che hanno colpito nella frana di Ischia c’è quella di Yuky. Una vicenda che ha emozionato davvero tutti gli italiani e che ha mostrato quanto possa essere grande l’amore per un cane verso la sua famiglia. Ha aspettato per ore in condizioni disperate, ma alla fine è stato salvato dal pronto intervento dei soccorritori.

Leggi anche –> Delitto di Garlasco, Alberto Stasi: cosa fa oggi e perché è stato condannato

Il cane aveva trovato rifugio nell’auto della sua famiglia che l’ha amato sempre fino al momento della morte. Lui ha sempre sperato di trovare tutti vivi una volta che la ferocia del maltempo trovasse una fine. Alla fine è stato salvato dai volontari della Protezione Civile di Casamicciola, intervenuta prima che potesse essere troppo tardi per lui. Ma non è stato facile.

Leggi anche –> Omicidio Marta Russo, cosa fanno oggi Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro

Infatti si legge dal comunicato che i volontari hanno scritto sui social che: “Per portarlo via abbiamo dovuto richiedere la sedazione da parte del veterinari dell’Asl. Ora è al sicuro”. Una storia davvero commuovente, che ha fatto riflettere ancora di più sulla tragedia che ha colpito Ischia. Anche la famiglia di Yuki non ce l’ha fatta.