Chi l’ha visto, la reazione di Federica Sciarelli ai casi mai affrontati sinora

Ieri sera è andata in onda l’ennesima puntata di Chi l’ha visto, diretto da Federica Sciarelli: ecco la sua reazione di fronte a casi così anomali.

chi l'ha visto reazione federica sciarelli
Federica Sciarelli, conduttrice di Chi l’ha visto (Instagram)

Una reazione davvero inusuale per Federica Sciarelli, la conduttrice e direttrice dello show di Rai 3, Chi l’ha visto.

La presentatrice è sempre molto attenta ai particolari del suo programma e alle modalità in cui devono essere trasferite le informazioni al pubblico.

Nonostante la professionalità sia ormai di casa dalle sue parti, ieri sera in studio, analizzando a fondo i temi sulle argomentazioni in “giallo” degli episodi di smarrimento e morti sospette, la conduttrice ha palesato una reazione mai vista sinora.

I presenti in studio si sono raccolti in un assordante silenzio al fine di concepire a fondo le parole dei familiari delle vittime.

La squadra di giornalisti sul posto ha assunto la massima dedizione e impegno per cercare di venire a capo di situazioni abbastanza anomale

Chi l’ha visto, Federica Sciarelli reagisce così: la sorpresa più inaspettata

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chi l’ha visto? – Rai Tre (@chilhavistoraitre)

Al termine della puntata di ieri sera di Chi l’ha visto, la conduttrice, Federica Sciarelli ha voluto ringraziare tutti gli addetti per il proficuo lavoro.

Federica durante la conduzione del programma non ammette distrazioni e nonostante la difficoltà ad affrontare temi così complicati è riuscita a venire a capo come solo lei sa fare.

“Per un caso come questo i reperti dovevano essere conservati in modo adeguato. Nemmeno gli atti sono stati digitalizzati…” è questo il messaggio rintracciabile sui social per il giallo su Francesca Caputo, sparita nel 1996 a Voghera probabilmente uccisa e gettata in un forno.

Poi l’inspiegabile condanna a morte di Masha Amini, arrestata dalla polizia perché aveva il velo che non le copriva bene i capelli e ‘censurata’ in quanto alla base di tutto c’era la volontà del rifiuto (contro i canoni religiosi) ad indossarlo.

Quanto allo scandalo sul rischio “prescrizione” del caso di Sara Aiello, ripresa durante l’agonia e uccisa il 3 Giugno 2015. Il marito a giudizio, in quanto colpevole dell’omicidio vedrà molto probabilmente respingere le accuse in tribunale per la condanna.

LEGGI ANCHE–> “Sotto shock”: Eleonora Daniele sconvolta in diretta. Un caso straziante

Di fronte alle ingiustizie di fondo dei casi suddetti, Federica Sciarelli ha cercato di far luce e riportare l’ordine con lo scopo di supportare i familiari delle vittime.

LEGGI ANCHE–> Diletta Leotta, outfit illegale e scollatura infinita: “Pazzesca” – FOTO

Nonostante non ci fosse ancora una presa di posizione adeguata sui ‘gialli’ discussi in studio, i fan e telespettatori hanno voluto sottolineare l’atteggiamento esemplare e di abnegazione della presentatrice.